lunedì 26 settembre 2011

Nuovo lavoretto e new entry in casa Irene

'Giorno a tutti!
Nell'ultima settimana ho iniziato un lavoretto per di una mia conoscente giapponese che ha aperto da un mese un negozio di prodotti biologici al piano inferiore del centro commerciale "Coppice" a Kichijoji.
 Il negozio si chiama Bioitalia e tratta solo alimenti biologici italiani.

 Il mio lavoro principale è attirare i clienti facendogli assaggiare la pasta del giorno .
 A volte è molto faticoso ma è anche divertente spiegare alla gente come cucinare i piatti italiani, dare consigli e fermare le vecchiette dal saltare i paccheri in padella col ketchup!!!!

 La cosa che attira più i giapponesi sono le paste grandi, paccheri concighioni rigatoni, che sono più difficili da trovare nei supermercati.

La mia conoscente, la signora Nobuko, è una giapponese molto italianizzata con una dote per far comprare al cliente tutto il negozio, hihi!



Dopo gli shock multipli subiti in infanzia quando tutti mangiavano saccottini, flauti e kinder colazione più mentre io  ingurgitavo la mia triste tortina alla carota di Naturasì ho sempre sensato:
  pasta e sugo biologici si, ma le merendine lasciatele fare a chi sa cosa sia il burro!
...e invece questi biscotti sono la morte loro!!!!


 Fare due lavori è pesante, sopratutto il sabato che lavoro dalla mattina alla sera, però lavorare a contatto con la gente è sempre stato un mio sogno e poter provare comeci si sente mi rende molto contenta.
A volte si viene ignorati di brutto e la gente passa mangia e se ne va senza uno sguardo ed un grazie, però poi a volte le persone ritornano e si ricordano di te, oppure ti ringraziano per i consigli e vanno via allegri e questa è una grande soddisfazione!

Per parlare d'altro giovedì, al ritornoi dal FujiQ, io e Silvia ci siamo imbattute in un vaso di orchidee abbandonato sotto la pioggia davanti al dormitorio.
Come potevo lasciare quelle povere piccole a marcire al freddo???
Ovviamente non potevo, e quindi le ho portate a casa. Ieri le ho svasate, pulite dalle radici marce e messe in terriccio nuovo. Purtroppo non devono essere state trattate molto bene perchè la maggior parte delle radici era marcia da far pietà, però penso che con un pò di cura e di tempo possano riprendersi.

 Ero stata brava ed ero riuscita a resistere dal comprarmi un orchidea che poi avrei dovuto lasciare in Giappone ed invece ora ho queste due piccole amiche da curare e conoscendomi già so quanto sarà difficile separarmene quando dovrò tornare a casa T___T!

A proposito di "separazioni" il caro vecchi Tsu è tornato in Italia, insieme ci siamo proprio divertiti, siamo riusciti a salire sul Fuji, abbiamo bevuto in allegria e mangiato tanto come piace a tutti e 2, hihi!


E con ciò vi auguro una buona giornata
Un saluto da me e dal buon pastore, guardiano delle mie piante!

venerdì 23 settembre 2011

FujiQ!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Oggi finalmente aggiorno il blog perchè...oggi sono stata finalmente al fujiq!!!!

Il FujiQ è un parco di divertimenti, principalmente di montagne russe di tutti i generi, alle pendici del monte Fuji che avevo visto tante di quelle volte dalla macchina desiderando di poterci andare e senza mai trovarne l'occasione!
Invece oggi con Silvia e Tsu siamo finalmente riusciti ad andare!!!!

La prima montagna russa su cui siamo saliti è stato l'Eejanaika ...
 La montagna russa saliva al contrario, faceva il giro della morte a testa in giù e ovviamente ti sballottolava improvvisamente a destra e manca, tutto senza sapere cosa sarebbe successo perchè non si vedeva il percorso davanti....insomma, ho seriamente pensato che mi sarebbe preso un infarto!

video
(il video non rende, lo giuro!)

...nonostante ciò l'infarto non mi è venuto, anche se le condizioni in cui eravamo dopo il bel giro sull'eejanaika dicono tutto, hihi!


Dopodiche siamo andati sul Great Zaboon, una di quelle montagne russe con l'acqua.
Prima di salire ti vendevano per 100yen un impermeabile, la maggior parte della gente lo comprava ma noi...
"e uno che ci sale a fare su questa giostra se non si vuole bagnare?!?!?!?!"
....beh ecco che dire....
avevamo decisamente sottovalutato l'entità dello spruzzo!!!!
...e così come tre scemi ci siamo bagnati fino alle ossa ed abbiamo fatto tutte le file per le altre attrazioni zuppi fino all'osso!!! oh yeah!

Dopo un rapido pranzo ci siamo messi in fila per il "dodonpa", montagna russa che raggiunge 172km/h in 1,8 secondi per poi fare una curva velocissima salire e scendere in picchiata...insomma adrenalina allo stato puro!

e come se non bastasse abbiamo chiuso in bellezza con il "takabisha", aperto da qualche mese, che ha il record mondiale per la montagna russa con la discesa più ripida del mondo...che non è che è verticale, è proprio in rientranza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!(foto iniziale del post)

...peccato che la fila per salirci era così lunga e che l'attesa ci ha fatti impazzire, hihihi!!!!!



...e poi fare a botte!



 Ma alla fine vedere che mancavano solo 30 minuti ci ha risollevati e siamo arrivati li contenti ed emozionati...

...no, questa è una bugia. In realtà siamo arrivati all'entrata con la faccia di chi va al patibolo, terrorizzati, a chiederci chi ce lo aveva fatto fare!!!!


Il vagoncino parte con noi che ci salutiamo e continuiamo a ripetere "ma perchè perchèè??" e già prima di uscire alla luce del sole iniziano la curve, i giri della morte e cose simili, poi usciamo allo scoperto e altri giri, sballottonzolamenti vari e curve improvvise e poi...si ferma.
Davanti a noi una salita verticale, il vagoncino sale piano piano e poi si ferma "oddio oddio, oddio santo aiuto no, perchè, no!"
E poi la discesa più ripida del mondo ed io urlo...
"no vabbè ma è una figataaaaaaaaaaaaaaaaaaa"

 Ebbene si, il "takabisha" che ci sembrava il più terrificante di tutti si è rivelato essere il più bello, divertentissimo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Dopo aver chiuso in bellezza con un gelato abbiamo preso il pulman e siamo tornati a Tokyo, sconvolti ma molto contenti ^^!


Arrivati a Shinjuku abbiamo deciso di andare a mangiare insieme e dopo aver mangiato yakiniku ci siamo salutati e siamo tornati ognuno a casina sua!!!!
 Il FujiQ ha pienamente soddisfatto le mie aspettative, è stata una giornata divertente e molto piacevole. Mi è dispiaciuto non essere riusciti a salire su tutte le attrazioni che avremmo voluto ma purtroppo la fila era molta...beh, vorrà dire che bisognerà tornarci!!!!


Ed ora prima di andare finalmente a letto vi mostro le foto scattate stamattina nella TUFS mentre andavamo a prendere il treno...
 il tifono che ieri si è abbatuttuto su Tokyo, nonostante abbia risparmiato miracolosamente i miei pomodorini non è stato altrettanto clemente con gli alberi del viale dell'università!






 Veramente una cosa allucinante, la forza del vento!
Con Silvia ci siamo guardate ed abbiamo pienamente capito perchè ieri dagli altoparlanti del dormitorio ci avevano chiesto di non uscire dalle proprie stanze per tutto il pomeriggio!

mercoledì 14 settembre 2011

Random pics di Tokyo con i miei


Ed ecco qui alcune delle foto scattate in questi giorni con i miei per Tokyo


 Le foto sono veramente random e quindi non mi metto troppo a spiegarle perchè non c'è proprio un filo conduttore!






(papà che guida la mia bici fino alla stazione tutto allegro)




(festival di yosakoi davanti all'entrata del Meiji jingu)




mamma e papà presi dalla moda di Harajuku!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!




un giro con lo yukata, è stata tosta evitarle di uscire e dare nell'occhio per il dormitorio!!!
 ...ESPERIENZA SUSHI....mamma era entusiasta, papà petrificato!!!!
ma poi alla fine ce la siamo cavati alla grande!

Scusate la poca loquacità di questo post, ho sonno ma ci tenevo a caricare queste foto prima di andare a dormire!
'Notte a tutti